Lineamenti di Diritto Regionale autori T. Martines, A. Ruggeri e C. Salazar

Riassunti ed appunti di Diritto Regionale elaborati sulla base del testo “Lineamenti di Diritto Regionale” degli autori T. Martines, A. Ruggeri e C. Salazar

Si ringrazia Sara per i riassunti

 

L’idea regionale dell’Assemblea Costituente ed i suoi più immediati precedenti

L’attuazione delle Regioni e le principali vicende del nostro regionalismo

I profili dell’autonomia regionale

Gli elementi costitutivi della Regione: la comunità regionale, il territorio, l’apparato autoritario

La problematica distinzione tra Regione e Stato-membro di Stato federale

Regioni a statuto speciale, Regioni a statuto ordinario e Regioni “specializzabili”

Parte seconda – L’organizzazione della Regione

CAPITOLO I – IL CONSIGLIO REGIONALE

La natura giuridica del Consiglio regionale

La formazione del Consiglio Regionale

Il sistema elettorale del Consiglio Regionale

Elettorato attivo e passivo e la verifica dei titoli di ammissione al Consiglio Regionale

La composizione numerica e la durata in carica del Consiglio Regionale

Lo status di consigliere regionale

La struttura del Consiglio Regionale

Organizzazione ed autorganizzazione del Consiglio regionale: il regolamento interno

Le articolazioni interne dell’organo regionale e l’autonomia contabile e funzionale

Il funzionamento del Consiglio Regionale

Le principali modalità di funzionamento del Consiglio Regionale

Le funzioni del Consiglio Regionale

Le funzioni del Consiglio Regionale

CAPITOLO II – IL PRESIDENTE DELLA REGIONE E LA GIUNTA REGIONALE

Composizione e formazione della Giunta Regionale

La collegialità della Giunta Regionale tra diritto e prassi

Organizzazione e funzionamento della Giunta Regionale

Verifica della sussistenza del rapporto di fiducia tra Consiglio e Presidente e/o Giunta di Regione e responsabilità di questi ultimi

Le attribuzioni della Giunta Regionale

Le attribuzioni del Presidente delle Regione

La forma di Governo regionale

Parte terza – I raccordi tra lo Stato e le Regioni

Sezione I – La partecipazione delle Regioni ad attività dello Stato

Il regionalismo “bifronte”, garantista e cooperativo, e le più rilevanti e gravi torsioni del modello costituzionale registratesi nell’esperienza

La partecipazione regionale ad attività parlamentari e le sue forme, secondo l’originario modello costituzionale 

La partecipazione regionale a livello esecutivo: la “Conferenza Stato-Regioni”

Sezione II – I poteri dello Stato nei confronti delle Regioni ed il principio di unitarietà della Repubblica

La ratio dei poteri statali nei confronti delle Regioni

Parte quarta – Le funzioni della Regione

LA FUNZIONE NORMATIVA

La potestà statutaria

La potestà legislativa e regolamentare

Il procedimento di formazione delle leggi regionali

Tipologia delle potestà legislative e limiti generali delle leggi regionali

La potestà primaria o piena o esclusiva, la potestà “residuale” e la dinamica della normazione nel tempo

Le norme fondamentali delle riforme economico-sociali e gli obblighi internazionali dello Stato

La potestà ripartita o concorrente

La potestà integrativo-attuativa

Le leggi provinciali e il referendum abrogativo di leggi regionali

I regolamenti regionali: titolarità e procedimenti di formazione

I rapporti tra i regolamenti regionali e i regolamenti dello Stato

Le funzioni amministrative

L’intelaiatura del nuovo art 118 e le funzioni amministrative secondo il vecchio modello costituzionale

Il trasferimento delle funzioni amministrative alle Regioni a statuto speciale

Il trasferimento delle funzioni alle Regioni di diritto comune (con specifico riguardo alle “ondate” del ’72 e del ’77)

Dalla L n 142 del 1990 alla riforma Bassanini

Il nuovo art 118 Cost, tra difficoltà interpretative e “chiarimenti ” offerti dalla legge 131/2003 (Legge La Loggia)

Il principio di sussidiarietà come fattore di flessibilità: la mobilità nel riparto delle funzioni amministrative introdotta dall’art 118 Costituzione e la ricostruzione della Corte Costituzionale (sentt nn. 303/2003 e 6/2004)

Enti territoriali “non costituzionalizzati” ed enti “costituzionalizzati”: profili organizzativi e funzionali

Dal Commissario del Governo al rappresentante dello Stato per i rapporti con il sistema delle autonomie

La funzione statale di indirizzo e coordinamento

Un nuovo modo di amministrare : programmazione e cooperazione nella riforma del titolo V

Il difensore civico

Parte quinta – L’autonomia finanziaria

Le linee di fondo dell’originario quadro costituzionale e dei suoi sviluppi nella legislazione attuativa

L’autonomia di spesa e la potestà legislativa delle Regioni in materia. La finanza delle Regioni a statuto speciale

Parte sesta – I controlli

CAPITOLO I – I CONTROLLI SUGLI ATTI

La modifica del’art 127 Cost e i suoi possibili riflessi sulla giustizia costituzionale e sullo svolgimento del controllo in seno al Governo

L’impugnazione della legge regionale tra passato e presente. L’individuazione dell’organo competente al controllo e la definizione dei vizi delle leggi regionali

I ricorsi della Regione contro le leggi dello Stato. I ricorsi di una Regione contro leggi di altra Regione

Profili processuali dei ricorsi in via d’azione e il controllo sulle leggi nelle Regioni a statuto speciale

I conflitti di attribuzione tra Stato e Regioni (e tra Regioni)

L’abrogazione dell’art 125 Ic e 130 cost

CAPITOLO II – I CONTROLLI SUGLI ORGANI DIRETTIVI DELLA REGIONE

I controlli sugli organi direttivi della Regione

 

Lineamenti di Diritto Regionale autori T. Martines, A. Ruggeri e C. Salazar ultima modifica: 2013-08-27T16:59:29+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta