Appunti di diritto penale vol.2.2: Il reato, l’elemento psicologico autore M. Gallo

Riassunti ed appunti elaborati sulla base del testo “Appunti di diritto penale vol.2.2: Il reato, l’elemento psicologico” dell’autore M. Gallo

Si ringrazia Andrea Atzori per i riassunti

Argomenti

CAPITOLO I – ART 42 C.P.

Coscienza e volontà dell’azione od omissione, dolo, colpa e preterintenzione

Coscienza e volontà: i criteri di accertamento

CAPITOLO II- I CRITERI DI IMPUTAZIONE SOGGETTIVA: IL DOLO

Il cosiddetto concetto unitario di colpevolezza-rinvio

Introduzione al delitto doloso

I punti focali della ricerca

L’oggetto del dolo (analisi del primo problema: problema di struttura)

Il fatto di reato: la condotta

Gli elementi precedenti e concomitanti alla condotta

Gli elementi normativi del fatto

Le conseguenze della condotta

Gli elementi negativi del fatto

Dolo e consapevolezza del disvalore del fatto: premesse

L’offesa contenuto del dolo

La rilevanza dell’offesa sul piano oggettivo

Precisazioni sull’offesa-oggetto del dolo

Art 5 C.P. secondo lettura Corte Costituzionale e sen 364/1988

Forme ed intensità del dolo

Profili dell’accertamento

CAPITOLO III – LA COLPA

Premessa

Il dato legislativo

Il presupposto negativo della colpa (esame del 43 III alinea 1°)

Il collegamento psicologico con il fatto

Negligenza, imprudenza ecc. come elementi obiettivi di imputazione soggettiva

L’individuazione delle regole di condotta

La misura della rappresentabilità. Il rischio permesso

La relatività all’interno della colpa, della distinzione tra negligenza, imprudenza, imperizia

Inosservanza di leggi, regolamenti ecc.

La condotta cui deve riferirsi l’elemento positivo della colpa

Il grado della colpa e il caso fortuito

CAPITOLO IV – IGNORANZA ED ERRORE

Errore nel processo formativo della volontà ed errore nell’esecuzione

La rilevanza dell’ignoranza-errore sugli elementi essenziali del fatto

La rilevanza dell’ignoranza-errore sulle circostanze

CAPITOLO V – IL REATO ABERRANTE

Premessa e fattispecie dell’art 82 1°

L’imputazione, a titolo di dolo, dell’offesa a persona diversa è conforme a principi generali

Divergenza nei confronti del soggetto passivo e della persona-oggetto materiale dell’azione

Valore della formula dell’82: si risponde come se fosse arrecata offesa alla persona designata

Criterio alla cui stregua è risolto il problema dell’offesa compiuta a persona diversa da quella voluta

La fattispecie dell’82 2° C.P.

Struttura dell’”abberatio ictus” con pluralità di eventi (unità o pluralità dei reati commessi?)

Problemi particolari dell’ ”abberatio ictus”

L’aberratio delicti: premessa e fattispecie dell’83 1°, la volizione di un fatto di reato

La causazione di un evento diverso da quello voluto (secondo elemento di cui consta la figura)

I presupposti di imputazione dell’evento diverso da quello voluto

Il 2° comma dell’83 e il rinvio all’83 1°

La natura giuridica dell’ ”aberratio delicti” con pluralità di eventi

Rapporti tra l’83 e il 586

L’ ”aberratio causae”

CAPITOLO VI – IL PRINCIPIO DI COLPEVOLEZZA

Dal concetto al principio di colpevolezza

Appunti di diritto penale vol.2.2: Il reato, l’elemento psicologico autore M. Gallo ultima modifica: 2012-02-11T04:02:44+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta