Le aree di collaborazione tra diritto penale e criminologia

E’ innegabile che rispetto al bisogno di avvalersi del contributo criminologico, il diritto penale sia caratterizzato da un livello assai differenziato di ricettività. Tra i vari campi del diritto è dato riscontrare una sempre più prevalenza ora de pensiero normativo e ora di quello fattuale. A sé sottoposta il legislatore trova una fenomenologia non informe ma strutturata.

L’attitudine delle questioni di parte speciale a sollecitare particolarmente l’attenzione dello studioso nei riguardi della concreta fenomenologia oggetto di disciplina risulta poi ancora più penetrante quando sia la specifica materia a manifestare una spiccata vocazione alla permeabilità del dato fattuale. Tra gli innumerevoli nodi che vengono al pettine del teorico o pratico del diritto penale interessante è la responsabilità penale delle persone giuridiche.

Secondo un comune riconoscimento la questione se anche le persone giuridiche oltre alle persone fisiche possano rispondere penalmente ed essere sottoposte a sanzioni penali è al momento risolta in senso negativo dal nostro ordinamento.

Dalla consapevolezza empirica del vischioso e persistente contesto sottoculturale in cui il singolo si trova inserito e condizionato sorge la sollecitazione a favorire l’emersione di quegli aspetti di disvalore organizzativo che la dottrina tende a evidenziare con maggiore consapevolezza. Aspetti di disvalore localizzati dunque in quelle che vengono dette la filosofia d’impresa e la colpevolezza organizzata.

 

Le aree di collaborazione tra diritto penale e criminologia ultima modifica: 2017-09-01T15:15:57+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta