Missione dello stato nella costruzione e gestione di infrastrutture e attività di privati

La costruzione di una infrastruttura di trasporto da parte di pubbliche autorità non è considerata attività economica dalla commissione, quando invece è realizzata da privati essa per commissione è attività economica da valutare nell’ambito della procedura degli aiuti di stato (87-88 ce). Per evitare che si profili un aiuto di stato (verso concorrenza) una tariffazione adeguata dell’uso dell’infrastruttura può costituire una condizione: la stessa commissione nel 1999 ha fatto un libro bianco per rendere omogenei i meccanismi delle tariffe a livello nazionale. La commissione ha poi posto ulteriori condizioni: nella sentenza terra mitica ha affermato che le autorità pubbliche possono fare opere di gestione del territorio e finanziare infrastrutture a condizione che la collettività nel suo complesso ne benefici.

Criteri di cui la commissione si avvale per valutare costruzione e gestione di infrastrutture aeroportuali. Essi sono: esistenza di obiettivo di interesse generale definito, rispetto di principio della necessari età e proporzionalità all’obiettivo perseguito, prospettive di utilizzo a medio termine, accesso aperto a tutti e sviluppo degli scambi non contrario a interessi comunitari.

Porti. La commissione nella decisione Great Yarmouth Outer Harbour valuta la sovvenzione pubblica anche nella prospettiva di benefici dell’autorità portuale, evitando ogni sovra compensazione

Missione dello stato nella costruzione e gestione di infrastrutture e attività di privati ultima modifica: 2012-02-08T00:37:32+01:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia un commento