Operazioni esenti e fuori dal campo d’applicazione dell’IVA

Operazioni esenti

Sono tassativamente elencate dal 10 DPR 633 e ogni ip di esenzione è dovuta a eterogenee ragioni di natura tecnica tributaria, non avendo quindi una giustificazione unitaria per le operazioni del par 3, che si riferiscono tutte ai rapporti con l’estero. Le principali motivazioni dell’esenzione sono: motivi sociali (es. esclusione delle prestazioni sanitarie), motivi di carattere fiscale, in quanto le operazioni sono già assoggettate al altri tributo (es. operazioni relative al lotto); altri motivi economico-commerciale. Le operazioni esenti agevolano l’acquirente finale (che non paga l’imposta) ma ai fini IVA sono favoriti solo se la loro effettuazione richieda un modesto ammontare di acquisti soggetti al tributo.

 

Operazioni fuori dal campo d’applicazione IVA: le operazioni escluse

Sn operazioni non soggette, escluse o fuori dall’applicazione IVA perchè contemporaneamente: a) manca un requisito essenziale ex 1 dec.IVA; b) non sono soggette agli obblighi di rilevazione; c) non danno diritt alla detrazione d’imposta assolta dall’eventuale soggetto passivo relativamente a beni/servizi acquistati o importati. Se manca uno di essi, l’operazione è posta fuori dal campo IVA e in genere non è soggetta ad alcun obbligo.

Operazioni esenti e fuori dal campo d’applicazione dell’IVA ultima modifica: 2012-06-04T15:24:10+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta