Gerarchia delle fonti internazionali

Gerarchia delle fonti internazionali:

  • al vertice della gerarchia si situano le nome consuetudinarie, tra esse compresa quella particolare categoria di norme costituita dai principi generali del diritto comuni agli ordinamenti interni. La consuetudine è quindi una fonte di primo grado, l’unica fonte di norme generali, come tali vincolanti tutti gli Stati;
  • il secondo posto della gerarchia spetta al trattato, che trova in una norma consuetudinaria (pacta sunt servanda) il fondamento della sua obbligatorietà;
  • il terzo posto è occupato dalle fonti previste da accordi, e quindi dagli atti delle organizzazioni internazionali.

 Cominciando dai rapporti tra consuetudine e accordo, occorre notare che, a dispetto della sistemazione gerarchica, le norme pattizie possono derogare a quelle consuetudinarie: le norme consuetudinarie, infatti, sono caratterizzate dalla loro flessibilità e quindi dalla loro derogabilità mediante accordo (sostanziale prevalenza del diritto pattizio).

Gerarchia delle fonti internazionali ultima modifica: 2012-07-14T22:59:21+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta