I beni pubblici destinati alla navigazione in senso proprio

 La designazione dei beni pubblici destinati alla navigazione comprende, in senso proprio, i beni di proprietà dello Stato e degli enti pubblici territoriali, che costituiscono il demanio marittimo e aeronautico o appartengono al demanio idrico (zone portuali destinate alla navigazione interna).

Caratteristica di tali beni è quella di essere destinati alla navigazione e in particolare a usi pubblici tra cui:

– Diporto

– Pesca

– Balneazione

– in piedi alimentari ed estrattivi

L’uso pubblico del bene è detto comune quando è conforme alla destinazione naturale del bene stesso ed è consentito a tutti i soggetti: esso è gratuito e indipendente da qualunque adempimento.

L’uso del bene detto speciale corrisponde alla principale destinazione della cosa, ma non è permesso a tutti, bensì solo a determinati soggetti in base un titolo specifico.

L’uso detto eccezionale o particolare è invece estraneo alla normale destinazione del bene, in quanto ne sottrae una parte all’uso comune per attribuirla in godimento esclusivo a un determinato soggetto tramite un provvedimento di concessione.

I beni pubblici destinati alla navigazione in senso proprio ultima modifica: 2013-06-23T00:07:31+01:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia un commento