La riserva di legge

Un caso particolare di ripartizione di competenza è la riserva di legge, che ricorre quando una norma costituzionale attribuisce soltanto alla fonte legge il potere di disciplinare una determinata materia con esclusione dell’intervento di fonti subordinate. La riserva di legge dunque esclude l’intervento di fonti di grado inferiore. E’ variamente graduata in base al grado di esclusione delle fonti inferiori.

  • Riserva di legge relativa quando è sufficiente che la legge fissi la disciplina di principio di una determinata materia nell’ambito della quale potranno intervenire regolamenti (i regolamenti amministrativi).
  • Riserva di legge assoluta quando tutta la disciplina di una materia deve essere stabilita dalla legge e l’intervento dei regolamenti amministrativi è limitato alla mera esecuzione, se necessaria, della legge.
  • Riserva di legge rinforzata quando la norma costituzionale, stabilendo un caso di riserva assoluta, predetermina altresì in qualche sua parte il contenuto della legge che dovrà disciplinare la materia.

 La funzione del principio di gerarchia e del principio di competenza è quello di risolvere le Antinomie, cioè i possibili contrasti tra norme, nell’ambito di uno stesso ordinamento giuridico, al fine di garantire la certezza del diritto.

La riserva di legge ultima modifica: 2012-01-11T21:24:07+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta