La questione pregiudiziale e la questione sospensiva

Tuttavia la discussione non può avere luogo e deve essere rinviata in caso di approvazione della questione pregiudiziale, quella cioè che un dato argomento non debba discutersi, o della questione sospensiva, quella cioè che la discussione debba rinviarsi al verificarsi di determinate scadenze. Tali questioni possono essere proposte dai parlamentari prima che si entri nella discussione oppure, anche nel corso della discussione.

 Le suddette questioni hanno carattere incidentale e la discussione non può proseguire se non dopo che l’assemblea si sia pronunziata su di esse. Nel corso di più questioni pregiudiziali ha luogo un’unica discussione.

 Quanto alla votazione, al Senato essa è unica anche se vi sono più questioni pregiudiziali;

alla Camera invece si svolge una votazione sull’insieme delle questioni pregiudiziali sollevate per motivi di costituzionalità e una votazione su un insieme di elevate per motivi di merito.

Nel corso di più questioni sospensive, dopo lo svolgimento di un’unica discussione, il meccanismo di votazione è lo stesso sia alla Camera sia al Senato: prima si vota sulla sospensione e poi se la sospensione risulta provata, sulla sua durata.

La questione pregiudiziale e la questione sospensiva ultima modifica: 2012-06-13T10:38:43+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta