La forma di Governo parlamentare. Le forme di Governo presidenziale, semi-presidenziale e direttoriale

La forma di Governo parlamentare

A partire dalla seconda metà del secolo scorso si assiste a una sempre più marcata rottura di quell’equilibrio a tutto vantaggio del ruolo del Parlamento. L’istituto della fiducia comporta che il Governo, una volta formato, si presenti di fronte al Parlamento per ottenere un avallo preliminare (il voto di fiducia) al programma di attività che intende svolgere nel corso della propria vigenza in carica. Grazie a questa fiducia iniziale, il Governo si salda alle forze politiche maggioritarie in Parlamento e ne diviene espressione.

Il Parlamento acquista il potere di revocare la fiducia al Governo, mediante l’approvazione di un’apposita mozione di sfiducia, la quale obbliga il Governo a dimettersi. Si passa così da una cosiddetta fase dualista (con a capo re e Parlamento) ad una fase monista, in cui al centro del sistema si colloca saldamente il Parlamento. All’istituto della fiducia, che rappresenta l’elemento distintivo della forma di Governo parlamentare, si associa una nuova concezione del capo dello Stato (il monarca ho sempre più spesso il Presidente della Repubblica), che vede quest’ultimo con un potere neutro, lontano dalle dispute politiche contingenti, e destinatario del compito di supremo garante delle regole costituzionali.

 

Le forme di Governo presidenziale, semi-presidenziale e direttoriale

La forma di Governo presidenziale precede l’ affermarsi del regime parlamentare ed è caratterizzata dalla scelta di porre al centro del sistema costituzionale l’organo presidenziale, che riunisce in se i poteri e le funzioni proprie del capo dello Stato e del capo del Governo. Non esiste quindi il rapporto fiduciario tra Parlamento e Governo, bensì tra Presidente della Repubblica e Governo. Questo regime nasce con la costituzione degli Stati Uniti d’America del 1787.

Il regime semi-presidenziale, che ha avuto un precedente importante nella costituzione di Weimar del 1919, ritrova alcune caratteristiche di fondo del regime presidenziale (elezione diretta del Presidente della Repubblica e rapporto fiduciario tra Presidente e Governo), che convivono tuttavia con alcuni istituti tipici della forma di Governo parlamentare, come l’istituto della fiducia parlamentare all’esecutivo. La forma di Governo direttoriale ha come obiettivo primario la garanzia della stabilità dell’esecutivo, prefissandone a priori la durata, facendola coincidere spesso con la durata della legislatura (Governo a termine).

La forma di Governo parlamentare. Le forme di Governo presidenziale, semi-presidenziale e direttoriale ultima modifica: 2013-05-14T16:04:54+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta