Sistema del Codice civile abrogato e sistema del nuovo Codice civile

Il Codice abrogato distingueva una categoria particolare dei soggetti di diritto, quella dei commercianti, ovvero di coloro che esercitavano atti di commercio per professione abituale. Tale denominazione tuttavia non riguardava soltanto i commercianti, ma anche gli industriali, ai quali si era estesa per il fatto che anche l’attività industriale, considerata materia di commercio, era regolata da leggi commerciali. A questo problema di carattere terminologico se ne aggiungeva un altro: il sistema corporativo era incardinato sulla contrapposizione fra datori di lavoro e lavoratori, mentre il fenomeno dell’interventismo statale si riferiva agli imprenditori. Da qui si originava una assimilazione fra i concetti, in realtà non collimanti, di datore di lavoro e imprenditore.

Si creano dunque due principali distinzioni:

  • commerciante e non commerciante.
  • imprenditore e non imprenditore.

Tali distinzioni sono state, almeno in parte, sovrapposte dall’autorità amministrativa, con l’intento di stabilire in modo unitario i soggetti destinatari della disciplina del diritto commerciale.

 Il nuovo Codice civile ha creato un sistema, basato sulla figura dell’imprenditore, distinguendo tra:

  • imprenditore, che tra le varie sottocategorie presenta:
    • imprenditore commerciale.
    • non imprenditore.
Sistema del Codice civile abrogato e sistema del nuovo Codice civile ultima modifica: 2012-07-31T16:02:42+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta