Il rito immediato

La decisione semplificata

Art.26 della legge del 1971, come novellato da L.205/2000, disciplina le “decisioni in forma semplificata”, ossia le sentenza succintamente motivate.

La motivazione della sentenza

Qualora si ravvisi manifesta fondatezza o manifesta irricevibilità, inammisibilità, improcedibilità o infondatezza del ricorso, il TAR o il Consiglio di Stato decidono con sentenza succintamente motivata (si fa riferimento al punto di fatto o di diritto ritenuto risolutivo, o ad un precedente). Il giudice provvede anche alle spese di giudizio, come da c.p.c.

Tale decisione può essere assunta (sempre in contraddittorio):

  • nella Camera di Consiglio fissata per l’esame dell’istanza cautelare
  • nella Camera di Consiglio fissata d’ufficio dopo l’istruttoria (anche se in questo caso si ha comunque udienza pubblica, perché si tratta di udienza di trattazione).

Si semplifica la motivazione, elemento formale della sentenza, ma anche il rito quando vi è la concentrazione della fase cautelare con quella di merito.

I presupposti

I presupposti sono:

  • la completezza del contraddittorio
  • la completezza istruttoria

Se il primo viene omesso, la decisione è appellabile: il Consiglio di Stato può rinviarla al primo giudice per difetto di procedura.

Se ad essere incompleta è invece l’istruttoria, non vi è vizio di procedura, dunque il Consiglio di Stato può direttamente provvedere agli accertamenti non effettuati.

Se il TAR dichiara erroneamente manifestamente irricevibile, inammissibile o improcedibile il ricorso, il Consiglio di Stato trattiene la causa per decidere il merito.

Se invece il TAR dichiara erroneamente manifestamente fondato o infondato il ricorso, la controversia è devoluta ad giudice di secondo grado, nei limiti del tantum devolutum quantum appellatum.

Tale rito è adottabile in qualunque occasione in cui il Collegio tratti la causa nel rito o nel merito (non solo se si tratti di istanza cautelare dunque, perché le previsioni normative hanno carattere esemplificativo e non tassativo) e per ogni lite di facile soluzione.

 

Il rito immediato ultima modifica: 2017-09-26T11:08:20+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta