Invalidità del matrimonio

Irregolarità si ha per l’inosservanza del lutto vedovile e sulla pubblicazione. Inesistente quando manca la celebrazione, il consenso degli sposi oppure le persone erano dello stesso sesso. I casi di nullità di matrimonio vera e propria si hanno a seguito di:

  • Vincolo di precedente matrimonio
  • Interdizione o incapacità di intendere e volere
  • Impedimento criminale

Il matrimonio può essere impugnato dal coniuge il cui consenso sia stato estorto con la violenza o per ragioni di eccezionale gravità(sfuggire a persecuzioni razziali), sia stato dato scambiando l’identità del coniuge oppure quando uno dei coniugi non avrebbe dato il suo consenso per la celebrazione del matrimonio se avesse saputo delle qualità dell’altro coniuge: esistenza di una deviazione sessuale, malattia fisica o psichica tali da impedire la normale vita coniugale, esistenza di una condanna non inferiore ai 5 anni per delitti non colposi, dichiarazione di delinquenza abituale, condanna non inferiore ai 2 anni per prostituzione, gravidanza non cagionata dal coniuge. Entro un anno dal matrimonio si può chiedere la simulazione quando gli sposi abbiano convenuto di non adempire agli obblighi della vita coniugale. Es. due giovani si sposano per fare contento il padre moribondo.

Di regola l’annullamento ha effetto retroattivo. Non si può però chiudere un occhio su quello che il matrimonio ha creato. Allora la legge chiama matrimonio putativo il matrimonio che i coniugi reputavano valido. Se hanno contratto il matrimonio in buona fede sono fatti salvi tutti gli effetti nel frattempo prodottisi, se si opera in malafede il matrimonio è valido solo nei confronti dei figli.

Nel matrimonio canonico il matrimonio viene celebrato davanti al ministro del culto religioso, in questo caso la pubblicazione deve essere fatta, oltre che sulla porta parrocchiale, anche nella casa comunale, se l’ufficiale di stato non gli viene notificata nessuna opposizioni rilascia un certificato in cui dichiara quando detto prima, la celebrazione avviene secondo la disciplina canonica alla presenza del sacerdote, questo deve compilare l’atto di matrimonio e inviarlo entro 5 giorni, questo lo trascrive nel registro dei stati civili entro un giorno dal ricevimento dell’atto. Il matrimonio celebrato secondo le regole di un altro culto rappresenta una forma di particolare di matrimonio civile.

I coniugi hanno degli importanti diritti e doveri:

  • Coabitazione: consiste nella normale convivenza di marito e moglie, nella comunione di casa e vita sessuale.
  • Fedeltà: essa è l’obbligo di astenersi da ogni attività sessuale con altra persona.
  • Assistenza: è l’obbligo reciproco all’assistenza morale e materiale dell’altro coniuge
  • Collaborazione: i coniugi collaborano nell’interesse della famiglia: decido l’educazione dei figli etc

La contribuzione ai bisogni della famiglia: ciascun coniuge è tenuto secondo ai propri mezzi e capacità a contribuire ai bisogni familiari.

 

Invalidità del matrimonio ultima modifica: 2017-07-11T11:45:08+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta