Classificazione dei contratti

Classificazione dei contratti

  • Contratti tipici: corrispondo a una figura legislativa disciplinata.
  • Contratti atipici: sono una creazione delle parti.
  • Contratti unilaterali: producono obbligazioni in capo ad una sola parte.
  • Contratti bilaterali: producono obbligazioni in carico di entrambe le parti.
  • Contratti plurilaterali: producono obbligazioni a carico di più parti.
  • Contratti a prestazioni corrispettive: la prestazione di una parte è corrispettivo della prestazione dell’altra parte.
  • Contratti associativi: le parti perseguono uno scopo comune.
  • Contratti commutativi: non implicano assunzioni di rischio anormale.
  • Contratti aleatori: implicano assunzioni di rischio anormale.
  • Contratti istantanei: gli effetti si verificano immediatamente.
  • Contratti a esecuzione differita: gli effetti non si producono immediatamente.
  • Contratti a esecuzione continuata/ periodica: l’esecuzione si protrae nel tempo, con prestazioni ripetute.
  • Contratti a termine.
  • Contratti a tempo indeterminato.
  • Contratti a titolo oneroso: la prestazione di una parte si accompagna ad un      sacrificio.
  • Contratti a titolo gratuito: la prestazione si esegue a favore della controparte, senza imporle un sacrificio.

Classificazione in base agli effetti

  • Contratti consensuali: si perfezionano con il semplice consenso (accordo).

Contratti reali: si perfezionano con la consegna della cosa in quanto non è sufficiente il consenso.

  • Contratti a efficacia obbligatoria: comportano solo l’assunzione di obbligazioni.

Contratti a effetti reali (art. 1376): comportano il trasferimento della proprietà.

 Classificazione in base alla forma

  • Contratti solenni: viene prescritta una forma particolare.

Contratti forma libera: non viene prescritta nessuna forma.

Classificazione in base al contenuto.

  • Contratti condizionali: sottoposti a condizione.

Contratti semplici: non sottoposti a condizione.

  • Contratti di  massa: sono diffusi con condizioni identiche tra una generalità dei      consumatori.
  • Contratti a base individuale.

Classificazione in base allo status di una o di entrambe le parti

  • Contratti agrari.
  • Contratti di impresa.
  • Contratti dei consumatori.

Classificazione in base alla cittadinanza (criterio soggettivo) o al luogo in cui deve essere eseguita la prestazione (criterio oggettivo).

  • Contratti di diritto interno.
  • Contratti internazionali.
Classificazione dei contratti ultima modifica: 2012-09-17T16:34:26+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta