L’audizione della persona ricercata

Il presidente della corte d’appello procede all’audizione della persona ricercata.

L’audizione ha una funzione meramente informativa, in quanto il magistrato si limita ad avvisare la persona interessata del contenuto del mandato d’arresto europeo e della procedura di esecuzione, nonché della possibilità di acconsentire alla consegna all’autorità richiedente.

Durante tale audizione è comunque necessaria la presenza di un difensore di fiducia o di ufficio, il quale deve essere avvisato almeno 24 ore prima della data fissata per lo svolgimento delle predette attività.

Qualora il ricercato presti i l proprio consenso alla consegna, l’ordine di esecuzione viene emanato dal presidente della corte entro 10 giorni con ordinanza.

Nel caso di mancato consenso, il presidente della corte d’appello deve fissare con decreto l’udienza per la decisione sulla esecuzione del mandato di arresto europeo. Tale decisione, che assume la forma della sentenza, viene pronunciata dalla corte d’appello in camera di consiglio (entro 60 giorni prorogabili di 30) sentiti:

  • il procuratore generale
  • il difensore del ricercato
  • il rappresentante dello Stato richiedente se comparso.
L’audizione della persona ricercata ultima modifica: 2014-03-10T19:11:10+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta