Abbandono all’estero di infradiciottenne, affidato per motivi di lavoro

Abbandono all’estero di infradiciottenne, affidato per motivi di lavoro:

  • il soggetto attivo è l’affidatario, nel nostro territorio, di un cittadino italiano per ragioni di lavoro (reato proprio);
  • circa l’elemento oggettivo, presupposto della condotta dell’abbandono è il preesistente rapporto di affidamento, nel nostro territorio, di un cittadino italiano per ragioni di lavoro;
  • circa l’elemento soggettivo, trattasi di reato a dolo generico, richiedendo l’art. 591 la coscienza e la volontà di abbandonare all’estero un cittadino italiano e la rappresentazione della situazione di pericolo per la vita o l’incolumità dell’abbandonato;
  • la condotta consiste nell’abbandonare tale soggetto all’estero, ossia nel lasciarlo all’estero senza assistenza, non avendo adempiuto all’obbligo assunto di trovargli un lavoro.
Abbandono all’estero di infradiciottenne, affidato per motivi di lavoro ultima modifica: 2012-07-08T17:56:36+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta