I principi supremi e fondamentali e gli altri principi del diritto ecclesiastico

I principi “supremi” e “fondamentali”

Alcune norme della carta si occupano del fenomeno religioso come:

- in forma espressa gli art.3-7-8-19-20-117 2° comma lett.c

- in forma indiretta gli articoli 2-4-33 comma 3°4°6°

La permanenza in vigore di norme emanate prima della costituzione determina le cosiddette antinomie = conflitti tra norme. La rigidità del quadro delle fonti è venuta meno quando la corte costituz. Ha individuato la categoria dei principi supremi dell’ordinamento costituzionale che sono i limiti invalicabili → esprimono una vera e propria gerarchia formale tra le fonti costituzionali. I principi supremi costituiscono il limite all’ingresso nell’ordinamento italiano delle norme internazionali (art.10 cost), delle norme contenute in trattati istitutivi di organizzazioni internazionali (art.11 cost) o dalle norme di derivazione pattizia ex art.7 2° comma cost

3 principi supremi del sistema delle fonti:

diritto alla tutela giurisdizionale dei diritti → le pronunce provenienti dalle autorità ecclesiastiche che incidono sulle situazioni giuridiche soggettive devono essere assunte da un giudice in un giudizio

inderogabile tutela dell’ordine pubblico → nessun atto o procedimento autorità eccl. ha efficacia nello stato se si pone in conflitto con le regole poste dalle leggi e principi dell’ordinamento

la laicità → lo stato non resta indifferente alle credenze di fede ma assicura libertà di religione, fedi culture e tradizioni diverse devono convivere in uguaglianza di libertà

Principi fondamentali che delineano il volto della repubblica:

uguaglianza → pari dignità sociale senza distinzione

indipendenza dell’ordine proprio dello stato → dall’ordine della chiesa cattolica e di tutte le confessioni

pluralismo confessionale → art.8 1° comma, garanzia dello stato per salvaguardare la libertà di religione

autonomia delle confessioni religiose (art.8 2° comma)

bilateralità pattizia (art.7 2° comma e art.8 3° comma)

Gli altri principi

Segnano le direttive per l’interprete:

libertà religiosa individuale → art.19 – garantita a tutti e appartiene al novero dei diritto inviolabili dell’uomo (art.2) che non possono essere intaccati

divieto di discriminazione de e tra gli enti in cui si articolano le confessioni

altri

tutela della riservatezza (art.2 cost)

tutela del patrimonio storico e artistico della nazione (art.9 2° comma)

tutela della famiglia fondata sul matrimonio (art.29), del diritto dei genitori a educare i figli (art.30) e della maternità (art.32)

tutela della salute (art.32)

tutela del lavoro (art.35)

tutela previdenziale (art.38)

ecc…

Nella pratica assumono rilievo i principi di diritto della corte suprema di cassazione a sezioni unite

In forza dell’art.6.2 trattato sull’unione europea il diritto alla libertà di pensiero, coscienza, religione costituisce principio di diritto comunitario che prevale sul diritto interno dell’ordinamento italiano.

I principi supremi e fondamentali e gli altri principi del diritto ecclesiastico ultima modifica: 2013-03-29T17:13:48+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta