Società in nome collettivo irregolare

È irregolare la società in nome collettivo non iscritta nel registro delle imprese. Tale iscrizione può mancare:

  • perché l’accordo non è mai stato formalizzato in atto scritto (società di fatto).
  • perché il relativo contratto non è mai stato depositato per l’iscrizione.

 La situazione di irregolarità produce conseguenze molteplici:

  • indebolimento dell’autonomia patrimoniale: l’art. 2297 co. 1, infatti, dispone che fino a quando la società non è iscritta nel registro delle imprese, i rapporti fra la società e i terzi, ferma restando la responsabilità illimitata e solidale di tutti i soci, sono regolati dalle disposizioni relative alla società semplice .

I terzi a cui si allude sono:

  • i creditori sociali, che possono agire direttamente nei confronti dei soci, sempre che il soddisfacimento sui beni sociali non sia agevole.
  • i creditori particolari del socio, che possono chiedere la liquidazione della quota del loro debitore quando gli altri beni del medesimo non siano sufficienti a soddisfarli.
  • presunzione della rappresentanza in ogni socio che agisce per la società: secondo l’art. 2297 co. 2, infatti, si presume che ciascun socio che agisce per la società abbia la rappresentanza sociale, anche in giudizio . I patti che modificano questa regola non sono opponibili ai terzi, a meno che si provi che questi ne erano a conoscenza.
  • applicazione dell’ordinaria prescrizione decennale ai rapporti che derivano dai rapporti sociali, essendo quella quinquennale disposta dall’art. 2949 subordinata all’iscrizione della società nel registro delle imprese.
  • una sanzione amministrativa a carico di coloro che nel termine prescritto non hanno provveduto a richiedere l’iscrizione della società.

La situazione di irregolarità, essendo una conseguenza della mancata iscrizione, cessa nel momento in cui questa sia avvenuta. È intuitivo che l’iscrizione successiva della società fa venir meno gli effetti conseguenti all’irregolarità solo per l’avvenire, lasciando intatti i diritti quesiti dai terzi.

Lo stato di irregolarità, peraltro, si ha solo per a mancata iscrizione del contratto sociale. Per la mancata iscrizione delle modifiche del contratto sociale, invece, vale la regola generale della loro inopponibilità ai terzi, a meno che si provi la loro conoscenza.

 Accanto alle ipotesi della irregolarità, possono aversi anomalie, riguardanti società che non possedevano i requisiti per l’iscrizione e che tuttavia sono state egualmente iscritte (società anomale). In questi casi non siamo in presenza di società regolari, quindi non trovano applicazione le norme che si ricollegano al presupposto mancante.

Società in nome collettivo irregolare ultima modifica: 2012-08-28T18:09:27+01:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia un commento