La norma come forma astratta ed ipotetica di regolamenti di interessi

La tecnica normativa della tutela degli interessi privati può essere semplificata in riferimento ai fatti illeciti disciplinati dagli artt. 2043 e ss.: l’interesse del danneggiato ad essere risarcito è ritenuto meritevole di essere tutelato quando il danno sia ingiusto e sempre che lo ha provocato sia ad altri imputabile. La norma dunque, nel regolare gli interessi seleziona i fatti per stabilire in che misura siano meritevoli di tutela. La previsione ipotetica di fatti da cui derivano interessi tutelati evidenzia il carattere astratto della norma, formulata in riferimento a fatti che eventualmente potranno accadere. La generalità invece, significa che la norma è destinata a tutti indistintamente. Alle norme generali si contrappongono quelle speciali e quelle eccezionali: le prime prevedono regole diverse da quelle generali in considerazione di aspetti particolari; le secondo sono tenute in un contesto normativo separato e sono dirette a regolare determinati rapporti in modo difforme da come farebbero le regole generali. Le speciali sono comunque più diffuse delle eccezionali che non sono suscettibili di applicazione analogica.

La norma come forma astratta ed ipotetica di regolamenti di interessi ultima modifica: 2012-10-10T18:30:19+01:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia un commento