Già dalla definizione è facile intuire che esistono due tipi di espromissione.

La prima è detta liberatoria ed è caratterizzata dal fatto che l’assuntore nel momento in cui assume il debito, libera automaticamente il debitore principale.

La seconda, invece, è detta cumulativa e prevede che l’assuntore risponda insieme al debitore originario nei confronti del creditore; questi, infatti, potrà rivolgersi all’espromittente o assuntore e poi all’espromesso.

Lascia un commento