Le nuove fonti del diritto

Alle fonti del diritto viste fino a qui si vanno aggiungendo negli ultimi anni ulteriori fonti.

Il discorso riguarda principalmente le cosiddette Autorità amministrative indipendenti in ragione della complessità istituzionale che le caratterizza e dei vari poteri che sono loro attribuiti.

Le autorità operano in aree di sviluppo economico e sociale nelle quali maggiormente si avverte l’esigenza di un’azione tecnica specializzata dei pubblici poteri.

Si caratterizzano per il fatto di essere indipendenti dal Governo e quindi non c’è responsabilità ministeriale per l’operato delle stesse, né alle autorità indipendenti possono imporsi direttive ministeriali o attuarsi forme di controllo.. Per il conseguimento degli obiettivi prefissi esse sono dotate di poteri normativi e amministrativi e di potestà giurisdizionale.

Come autorità amministrative indipendenti possiamo ricordare:

- La Banca di Italia che svolge attività di controllo sulle varie banche

- La Consob per il controllo delle società quotate in borsa

- L’Isvap per il controllo delle attività assicurative

Una peculiare funzione è svolta dall’ Autorità del Garante per la protezione dei dati personali che ha la finalità di garantire che il trattamento dei dati personali si svolga nei rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali nonché nella dignità dell’interessato.

Tra le nuove fonti vanno ricordate anche i codici di autodisciplina che si impongono in modo vincolante ai soggetti che vi aderiscono e i codici di deontologia professionale.

Le nuove fonti del diritto ultima modifica: 2014-05-29T00:28:50+00:00 da admin
Richiedi gli appunti aggiornati
* Campi obbligatori

Lascia una risposta